News


COMUNICATISTAMPA

Comunicato stampa del 01.02.2020

Nasce Democratica

Crediamo nel potere delle idee e della cultura, nel merito e nelle competenze”.

È questo l’incipit del documento politico/programmatico di Democratica, che nasce con l’obiettivo di contribuire ad una nuova stagione di rinascita civile e politica per la nostra Eboli. 

Democratica – che vede la luce partendo dall’esperienza condivisa ed elaborata del Think Tank “Eboli Futura Social Forum” – è fortemente alternativa all’attuale assetto politico di governo della città, caratterizzato da scarsa capacità di programmazione e di visione del futuro del territorio, e che è responsabile di aver relegato Eboli ad un ruolo debole, minoritario e senza futuro nella Piana del Sele.

Eboli può vivere anche di turismo e di cultura, ma perché questo accada occorre una programmazione a medio e a lungo termine, che parta da due coordinate: ridisegnare l’identità del centro urbano e delle aree periferiche, e promuovere la rinascita del Centro Storico ed un intervento straordinario per la Fascia Costiera, da anni in stato di gravissimo abbandono ed invasa da rifiuti, criminalità e degrado.

Eboli può essere una città sicura e tranquilla in cui vivere, ma perché questo accada occorre che le istituzioni siano liberate dalla gravosità degli interessi privati che troppo spesso prevalgono sull’interesse pubblico. 

Eboli – se la Politica torna a guidare i processi piuttosto che essere succube di altre e mediocri dinamiche e se la classe dirigente torna ad avere una visione strategica del futuro della comunità – può assistere ad un risveglio della fiducia delle persone, a cominciare dai giovani e dalle donne, ad una riorganizzazione della società civile, totalmente relegata a spettatore invece che protagonista e controllore dei processi democratici.

I problemi sono enormi – e la vacuità dell’azione politica dell’Amministrazione Cariello li aggrava giorno dopo giorno – ed il tempo per aggredirli si accorcia.

Le scelte da compiere non sono semplici né scontate. Ma la speranza che ci muove vive tutta nella convinzione che si possano combinare cambiamento e affidabilità, uguaglianza e rigore nelle scelte, capacità di immaginare e disegnare insieme la Eboli del 2030.

Con questa visione Democratica si candida alla guida di Eboli.

Le proposte che rappresentano i punti programmatici di Democratica non possono prescindere dal criterio della reale fattibilità che è subordinata a vincoli di tipo economico.

Il vincolo primario del Comune di Eboli è rappresentato dal Piano di riequilibrio finanziario, approvato dalla Corte dei Conti e che scade nel 2024.

Piano che, congiuntamente alla riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato, determina la scelta obbligata di puntare sui fondi strutturali europei e sugli investimenti privati.

E per far questo è vitale avere capacità di programmare il futuro del territorio, di ragionare in una logica di area vasta, di coinvolgere tutti i soggetti attivi del territorio – imprenditori, associazionismo, mondo dell’impresa sociale, cittadini – e di renderli protagonisti di un ragionamento condiviso.

Occorre, inoltre, ‘nutrirsi’ delle migliori competenze, invece di circondarsi di mediocrità e di mettere in campo politiche di sterile campanilismo. “Eboli da qui a pochi mesi – afferma il portavoce di Democratica Eugenio Iorio – si troverà di fronte ad una svolta, a un bivio della sua storia.

Da un lato, si può scegliere di proseguire lungo un percorso politico ed amministrativo che i fatti hanno dimostrato essere miope, caratterizzato da una evidente incapacità di interpretare l’identità ed il futuro di una comunità e chiuso in dinamiche di arroccamento e di distribuzione clientelare delle poche risorse disponibili.

Dall’altro, Eboli – la parte migliore e preponderante di questa città – può scegliere di cambiare tutto, di tornare a guardare con fiducia e a testa alta al proprio futuro.

Un futuro di sviluppo nel rispetto dell’ambiente, di convivenza civile ed ordinata nella piena integrazione di tutte le fasce sociali e qualsiasi sia la provenienza delle persone, di cultura e turismo intesi quali veri motori dell’economia della nostra Città.

Ma perché questo accada occorre un salto di qualità, occorre che sia la classe politica migliore che la società civile comprendano fino in fondo che, oggi, occorre disegnare la Eboli di domani e dei prossimi dieci anni, una Eboli di nuovo protagonista e motore della Piana del Sele”. 

Sullo scenario politico attuale interviene anche il coordinatore di Democratica Ilario Massarelli: “Sono fortemente convinto – afferma – che per contrapporsi alla mala gestio degli attuali amministratori deve essere messa in campo un’azione politica che abbia al centro la capacità di disegnare il futuro, di mostrare con mano che ‘un’altra Eboli è possibile’, occorre poter percepire che non siamo costretti a rassegnarci a vedere la nostra comunità guidata con mano incerta e senza alcuna prospettiva, senza che si sappia in alcun modo immaginare un futuro che vada al di là di semplici slogan.

Sono convinto che – per fare questo – occorre mobilitare le migliori energie, e che vada messa in campo una proposta politica che parta dal campo largo del centro-sinistra per parlare alla società civile, alle professioni, al mondo dell’impresa, dell’associazionismo e della cultura. Una proposta politica, tuttavia, che sia ancorata a quel quadro di valori e a quei punti di riferimento che fanno parte della nostra storia e, credo, anche del nostro futuro. Occorre – conclude il coordinatore di Democratica – però, perché tutto questo possa avvenire, fare presto, mettere da parte le strategie ed i tentennamenti ed andare avanti, costruire rapidamente la coalizione, presentare alla città le proposte programmatiche ed anche la squadra che si candida a governare Eboli”.  

E-MAIL

eboli@democratica.org

TELEFONO

+(39) 392.2949821

SOCIAL